Milano. All’interno di un edificio di Giò Ponti nasce OTIVM

[et_pb_section fb_built=”1″ _builder_version=”3.0.47″ custom_padding=”0px|0px|50.59375px|0px”][et_pb_row _builder_version=”3.0.47″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”][et_pb_column type=”4_4″ _builder_version=”3.0.47″ parallax=”off” parallax_method=”on”][et_pb_text _builder_version=”3.0.47″ background_size=”initial” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat”]
Una location suggestiva che richiama i canoni della pittura metafisica di De Chirico

OTIVM nasce nel centro della metropoli lombarda da un’idea di N+M Design Studio. All’interno di un edificio realizzato da Giò Ponti, gli architetti e designers di N+M Design Studio trovano la giusta ispirazione per creare una location che rivoluziona e trasforma i classici standard architettonici per dar vita a nuove forme che richiamano i canoni della pittura rivoluzionaria e metafisica di Giorgio De Chirico.

Attraverso un lavoro che mescola i principi dell’interior design a quelli puramente architettonici, viene realizzata una location che si contraddistingue per una forte atmosfera teatrale e surrealista.
La pavimentazione in resina scandita da linee sinuose che riprendono le linee morbide ed in movimento del tetto, sembra voler accogliere e al contempo abbracciare il cliente, immergendolo in una location estremamente suggestiva.

Archi dalle linee pulite e neoclassiche sono stati realizzati appositamente per evidenziare e creare la prospettiva, accentuata da uno sfondo di tonalità giallo/arancio che mira a creare immagini volutamente indefinite e che giocano sulla libera interpretazione di chi le osserva.
La scala che porta al soppalco del locale viene supportata da un’imponente colonna neoclassica dipinta per metà di colore vinaccio e per metà di blu notte che ricorda le nuances della tavola colori di de Chirico.

https://www.archiportale.com/news/2019/01/case-interni/milano.-all-interno-di-un-edificio-di-giò-ponti-nasce-otivm_68244_53.html

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *